Archivi tag: Urbinoir e paesaggio sonoro 2020

URBINOISE. Noir e paesaggio sonoro

Share
realizzato da @storiedipinte

URBINOISE – Il paesaggio sonoro del noir

Nell’anno internazionale del suono, URBINOIR si interroga su suoni, rumori, voci e silenzi del noir

 L’appuntamento con URBINOISE – parte 1

venerdi 27 novembre ore 9-13

 
interverrà il Magnifico Rettore che ringraziamo
 
e ringraziamo anche il dott. Trisolino che rende tutto questo possibile
 
 
Link pubblico: www.uniurb.it/live oppure il link diretto allo streaming https://youtu.be/ZATuYY-uVV4

 

Il programma di Urbinoise in PDF

URBINOISE – NOIR E PAESAGGIO SONORO

Nell’anno internazionale del suono, URBINOIR si interroga

 su suoni, rumori, voci e silenzi del noir

PARTE 1

URBI (ET ORBI) NOIR

STREAMING

27 novembre 2020 online

Programma

Ore 9 

Saluto del Magnifico Rettore prof. Giorgio Calcagnini

Ore 9.30

Alessandra Calanchi presenta: Breve storia di URBINOIR (ppt)

Ore 10

Gian Italo Bischi (Università di Urbino Carlo Bo)

Horror silentii nel noir

Ore 10.30

Francesca Saggini (Università della Tuscia)

Il paesaggio sonoro di Frankenstein. Un’ipotesi didattica

Ore 11.30

Luigi Tassoni (Università di Pécs)

Simenon noir: il rumore della mente e i suoni della narrazione

Ore 12.30 Discussione e chiusura dei lavori

Parte 2 

Primavera 2021

conferenze, premiazione di Tradunoir e Haiku noir e presentazione del volume NON RICORDO

Amnesie, vuoti di memoria, rimozione nella letteratura e nel cinema noir

seguiteci sul sito web <urbinoir.uniurb.it> e sulla pagina Facebook!

Podcast su Radio Capodistria

“Il paesaggio sonoro del noir”, una nuova edizione digitale all’Università di Urbino

Programma

 parte 1 (27 novembre 2020 online)

 Urbi(et Orbi)Noir

parte 2 (primavera 2021) conferenze, premiazione di Tradunoir e Haiku noir e presentazione del volume NON RICORDO

Seguiteci sul sito web e sulla pagina Facebook!

Si tratta di indagare un panorama variegato e complesso che include voci e silenzi, suoni e rumori, musica e colonne sonore. A volte il suono accompagna il delitto, a volte l’indagine; ora sottolinea stati d’animo, ora si ricollega alla scena del crimine… può trattarsi delle parole di una testimonianza oppure di una confessione… ma può consistere anche solo nell’origliare, o nell’imbattersi in un indizio sonoro inaspettato …altre volte si basa invece su ricordi riattualizzati…. ma racconta in ogni caso, sempre, una storia che va a interfacciarsi con ciò che magari gli occhi non vedono. L’evento si inserisce anche nel progetto di dipartimento
“Talking Noir. I(l) linguaggi(o) del genere thriller, noir e poliziesco tra giornalismo, letteratura e cinema”.

 

La registrazione della prima parte di Urbinoise