Archivi categoria: Haiku-Noir

Haiku noir i vincitori del 2020

Share
 [häikɯ][Kuro]
Pubblichiamo di seguito i nomi dei partecipanti al concorso Haiku noir 2020 che risultano occupare i primi posti.
Con 69 punti risulta vincitrice Maria Teresa Sisti
Secondo posto a pari merito a quota 68 per Athena Caulfield, Marco Monari e Maria Grazia Dessì.
Di seguito i testi dei vincitori: 
 

squarcio nell’alba –

quella sirena taglia

come una lama

                Maria Teresa Sisti

ultimo colpo

centra cuore e federa

con orlo a giorno

             Maria Grazia Dessì

Nero su nero 

il cadavere giace

nel suo passato

           Marco Monari

Her eyes wide open.

The last hint of life deeply

Fixed on his conscience

          Athena Caulfield

HAIKU NOIR 2020, il bando

Share

Urbinoir 2020 propone la III edizione di HAIKU NOIR

1. Si partecipa con UN MASSIMO DI TRE POESIE, in lingua italiana, inglese o giapponese (in questo caso seguita tra traduzione in italiano), secondo le regole dell’haiku: tre versi di 5, 7, 5 sillabe. In considerazione degli sviluppi contemporanei della forma haiku, sia in Giappone sia in Occidente, tale numero di sillabe non è strettamente obbligatorio, pur restando altamente auspicabile.

Di seguito il Bando in formato PDF

Vincitori Haiku-noir 2019

Share

 Pubblichiamo di seguito i testi e i nomi dei vincitori del concorso Haiku-Noir 2019

1^ classificata: Rita Simonetta Sarchi

Tacchi a spillo 

Tra cespugli di rose 

corpo di donna 

2^ classificato: Giorgio Franceschelli ex-aequo

Si secca il sangue

Tra le pagine – morte 

Nel pomeriggio.

2^classificato: Elisa Marchetti  ex-aequo

Mascara sciolto

Luccica al primo flash

Fiume scarlatto

2^classificato: Giorgio Ghioni  ex-aequo

Spari  nel campo

foglie di granoturco 

sporche di sangue

il nuovo bando Haiku Noir 2019

Share

HAIKU NOIR

Il nuovo Bando per Haiku-Noir 2019 in formato PDF

Urbinoir 2018 propone la II edizione di HAIKU NOIR    

1. Si partecipa con un massimo di tre poesie, in lingua italiana, inglese o giapponese (in questo caso seguita tra traduzione in italiano), secondo le regole dell’haiku: tre versi di 5, 7, 5 sillabe. In considerazione degli sviluppi contemporanei della forma haiku, sia in Giappone sia in Occidente, tale numero di sillabe non è strettamente obbligatorio, pur restando altamente auspicabile.

2. Le opere devono essere ben riconoscibili come noir, pena l’esclusione – o per tematica, o per atmosfera, o per stile, o per personaggi…

3. Non è prevista alcuna quota di partecipazione.

4. I partecipanti dovranno inviare (in formato Word) – entro e non oltre la data di scadenza fissata al 30 maggio 2019 – all’indirizzo mail haikunoir@uniurb.it un allegato contenente:le poesie con le quali intendono concorrere, il nome e l’e-mail dell’autore/autrice.

5. La Commissione di Giuria è composta da 

Gianni Darconza (poeta, studioso di letterature comparate e Presidente del Premio);

Giovanni Ballarin (studioso di lingua e cultura giapponese);

Alberto Fraccacreta (poeta e direttore della rivista online “La resistenza della poesia”);

Vittoria Silviana Iorio (vincitrice edizione Haiku Noir 2017);

Tiziano Mancini (scrittore e giornalista);

Ben Pastor (autrice di noir e Presidente del Premio di Poesia Haiku “La luna e il vigneto”);

Luigi Sanvito (editor, traduttore di narrativa poliziesca e studioso di cultura giapponese).

6. Verrà premiato un solo haiku per autore/autrice con diploma e prezioso premio a sorpresa! 

7. La cerimonia di premiazione si terrà in occasione di Urbinoir 2019 (novembre 2019).