Collana URBINOIR-STUDI

collanaurbinoirstudiLa collana URBINOIR-STUDI, per ARAS EDIZIONI FANOnasce come strumento di comunicazione   e condivisione del progetto Urbinoir che riunisce studiosi e scrittori intorno a tematiche letterarie e culturali legate al noir e alla crime fiction. Ma non solo. E’ nostra intenzione infatti alternare volumi i cui contenuti sonodirettamente correlati a Urbinoir (interviste, riflessioni critiche collettanee) con volumi monografici che si muovano comunque in territori di confine, come questo primo volume che apre la collana. 

I curatori della collana

Alessandra Calanchi, Giovanni Darconza, Jan Marten Ivo Klaver, Federica Savini

Ultime pubblicazioni

chlorophyll-killers-copertina

urbinoirstudi-volume2

 

 

 

Obiettivi della collana

La storia di URBINOIR inizia a Pesaro Studi, sede distaccata della Facoltà di Lingue dell’Università di Urbino, dove per tre anni consecutivi un gruppo di docenti organizza, alle soglie dell’estate, una Giornata di Studi dedicata a Sherlock Holmes: la prima si intitola Sherlock Holmes tra Oriente e Occidente (2005); la seconda Sherlock Holmes nel Paese dei Media(2006); la terza I Mille e Uno Sherlock Holmes (2007).

urbinoistudi-volume1La storia prosegue spostandosi da Pesaro a Urbino, e dal periodo estivo alle brume dell’autunno e alle prime avvisaglie dell’inverno, con Season’s Greetings con delitto: Urbino in giallo (8 dicembre 2008) e poi, l’anno successivo, con Neronatal (17 dicembre 2009). Ma è il 2010 che sancisce definitivamente la nascita del gruppo Urbinoir (2 dicembre 2010), un manipolo di studiosi che si danno l’obiettivo di indagare il genere noir – e i generi “cugini” legati all’indagine e al crimine –  in tutte le sue declinazioni Il logo è stato ideato dall’ottima disegnatrice MP5.

Da allora il gruppo è cresciuto nel numero dei componenti e nelle iniziative. Al nucleo originario, costituito da due ricercatori senior e due giovani professori a contratto, si sono aggiunti alcuni colleghi oltre a un bibliotecario/violinista, un’attrice/operatrice culturale, un professore di matematica e statistica nonché esperto di alchimia e massoneria, un funzionario del comune, uno dell’università, un docente di liceo. A questi si aggiungono un gruppo nutrito di colleghi che, dapprima con cautela, poi sempre meno timidamente, si lasciano coinvolgere con piacere nelle nostre iniziative (sono troppi per nominarli in questa sede, e il numero è in continua crescita). Attorno a URBINOIR, poi, orbitano varie associazioni fra cui la Contrada San Polo e il Gruppo Speleologico di Urbino. Inoltre fanno parte di Urbinoir alcuni colleghi che lavorano sul cinema (che hanno dato origine  alla costola  CINENOIR) e colleghi di altre università italiane (Bologna, Viterbo) ed estere (Lincoln e Bristol, UK). Urbinoir, infine, ha iniziato un rapporto di collaborazione con il festival Sere Nere che si tiene ogni estate a Monte Acuto nelle Alpi, con l’Accademia degli Oscuri con sede a Torrita di Siena, con l’Accademia Italiana di Scienze Forensi e con l’Associazione Uno Studio in Holmes.

ARAS Edizioni Fano

Nel 2008 nasce l’avventura Aras Edizioni
Aras Edizioni è entrata tra gli editori marchigiani come una realtà fresca e innovativa. Da allora il nostro catalogo è andato delineandosi in modo sempre più definito.

Da un lato, la sezione “universitaria” raccoglie testi di didattica, monografie, saggi, atti di convegno che contemplano diversi ambiti scientifici, seppur specializzata e incline al campo delle Scienze Umane. È proprio in questo settore che si è deciso di guardare in senso innovativo e strutturante, includendo la possibilità di convertire i testi in e-book, e definendo un comitato di peer review, per la selezione e la valutazione delle proposte che arrivano in redazione. Inoltre Aras Edizioni aderisce alla VQR 2004-2010 promossa dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca).

Dall’altro, la sezione “altri orizzonti” propone scrittori emergenti che spiccano per una penna elegante e raffinata e, nella maggior parte dei casi, per un saldo rapporto con il territorio. Trovano qui spazio le proposte di narrativa, dal romanzo al racconto, dal teatro al poemetto in prosa.

Federica Savini è stata nominata “Studente Capolavoro” per la Scuola di Lingue e Letterature Straniere del Dipartimento di Studi Internazionali, Università di Urbino Carlo Bo, in occasione del Career Day 2013

secci arasNon solo Nero Wolfe. Misteri in cucina e cuochi del mistero negli USA tra Depressione e Guerra Fredda (di Francesca Secci con Introduzione di Alessandra Calanchi, Aras Edizioni, Fano 2015). La lettura e il cibo sono due grandi piaceri della vita e, quando si intrecciano in modo magistrale come nei romanzi polizieschi di Rex Stout, il godimento si eleva al quadrato. Lungi dal voler rovinare il divertimento agli appassionati di Nero Wolfe, questo libro si pone come un approfondimento del mondo e dei personaggi creati dallo scrittore americano, in particolare nel loro rapporto con la cucina. Leggendo queste pagine è possibile, infatti, conoscere nuove ricette e metodi d’indagine insospettabili, vedere sotto una nuova luce la cultura gastronomica americana e la crime fiction, e scoprire infine lo chef del mistero che a partire dagli anni 30 anticipò senza saperlo l’attuale passione globale per i programmi di cucina.

adeleSherlock on air. Conan Doyle nelle serie tv «Elementary e Sherlock» di Adele Guerra

Potreste essere dei binge-watchers. O dei divoratori di libri. O magari degli appassionati di noir. È indifferente. In queste pagine si uniscono il contemporaneo e il classico, la televisione e la carta stampata, il fan e l’autore. Siamo noi i detective, noi che seguiamo le orme di Sherlock Holmes nei period drama Sherlock e Elementary. Non si parla solo di Canon, si parla di come quest’opera prenda nuova vita oggi, e reinventandosi rimanga dopo quasi due secoli ancora popolarmente, mediaticamente, in onda, on air.Prima di Urbinoir-studi

Prima di Urbinoir studi

Le nostre pubblicazioni fino al 2008 sono raccolte in tre numeri speciali della rivista Linguae & – Rivista di lingue e culture moderne culture intitolati rispettivamente Sherlock Holmes e il giallo inglese (2006/1, a cura di I. Klaver); I mille e uno Sherlock Holmes (2007/2, a cura di A. Calanchi e G. Ovarelli);  Eliminare l’impossibile? Il metodo investigativo fra scienza e magia (2012/1-2, a cura di A. Calanchi e I. Klaver) <www.ledonline.it/linguae/ >

Copertina Linguae n 2 del 2007

 Copertina Linguae n 1-2 del 2012 Il lato oscuro delle parole